Gianni Berengo Gardin, parlando del suo amico Josef Koudelka:

Mi diceva che nelle fotografie deve sempre accadere qualcosa, non ci deve essere mai un soggetto passivo, ma sempre un’azione.

Tratto dal libro “In parole povere” di Gianni Berengo Gardin.