Questi appunti li ho presi ascoltando un’intervista a Sara Munari tenutasi in streaming in un gruppo di fotografia su Facebook di cui purtroppo ho perso i riferimenti. In generale sono riflessioni e consigli dati in base alla sua esperienza fotografica:

Parti della fotografia: scelta dell’autore, vita della fotografia, interpretazione di chi la guarda.

Bianco e nero molto più semplice dello scatto a colori.

Lei insegna al Musa di Monza: http://www.musafotografia.it/

Fino a 30 anni fa, impatto sociale delle fotografie. Consapevolezza di chi la produceva. Oggi quella funzione sociale consapevole è un po’ cambiata. Si produce per istinto, per moda, per diario personale. Prima aveva utilità sociale nei diversi settori fotografici, ora la tendenza è un po’ rivolta verso sé. La fotografia ha una storia talmente breve che non c’è da stupirsi di questa rapida evoluzione.

Consiglio per neo-fotografi: studio, studio, studio. Se fanno una domanda tecnica devi saper rispondere, se fanno una domanda storica devi sapere rispondere.