Libri di fotografia

Cerchi libri di fotografia? Sei nel posto giusto per trovare ispirazione!

Ho deciso di pubblicare qui tutti i libri che possiedo inerenti la fotografia, la mia piccola biblioteca fotografica! Se hai qualche domanda o vuoi dei consigli per gli acquisti, chiedi pure nei commenti! :)

La quasi totalità dei link che seguono sono affiliati Amazon. Pertanto, se compri qualcosa, tu non spenderai nemmeno un centesimo in più, e io riceverò una piccolissima percentuale dagli acquisti idonei, che mi aiuterà a realizzare contenuti gratuiti come questo! :)

Ultimo aggiornamento: 16/02/2024

  1. Alessandro Bergamini – Humanity
  2. Annie Leibovitz – Immagini 1970-1990 (ed. multilingua: Annie Leibovitz. The early years 1970-1983. Ediz. inglese, francese e tedesca)
  3. Annie Leibovitz – Fotografie di una vita 1990-2005 (ed. inglese: A Photographer’s Life: 1990-2005)
  4. Annie Leibovitz – Ritratti 2005-2016 (ed. inglese: Annie Leibovitz Portraits: 2005-2016)
  5. Annie Leibovitz – Photographs
  6. Ansel Adams – La fotocamera
  7. Arnold Newman – One Mind’s Eye: The Portraits and Other Photographs of Arnold Newman
  8. Arturo Ghergo – Fotografie 1930-1959
  9. August Sander – Masterpieces
  10. August Sander – Visage d’une époque
  11. Dana Lixenberg – Imperial courts
  12. Diane Arbus. An aperture monograph (ed. inglese: Diane Arbus: An Aperture Monograph)
  13. Diane Arbus. Magazine Work
  14. Dominique Fernandez, Leonardo Sciascia, Ferdinando Scianna (fotografie) – I siciliani
  15. Edward Quinn – Riviera cocktail. Côte d’Azur Jet Set of the 1950s
  16. Edward Quinn: Fotograf, Nizza
  17. Edward S Curtis – The North American Indian. The Complete Portfolios
  18. Elliott Erwitt – Personal best
  19. Ernst Friedrich – Guerra alla guerra
  20. Ferdinando Scianna – In gioco
  21. Ferdinando Scianna – Istanti di luoghi
  22. Ferdinando Scianna – Cose
  23. Ferdinando Scianna – Memoria, viaggio, racconto
  24. Ferdinando Scianna – Autoritratto di un fotografo
  25. Filippo Maggia – Effetto Araki
  26. Francesco Cito – L’isola al di là dal mare
  27. Francesco Cito – Immagini come parole
  28. Francesco Cito – Sulla Terra chiamata Palestina
  29. Francesco Cito – Francesco Cito Photographer
  30. Franco Fontana – Fullcolor
  31. Gabriele Basilico – Milano
  32. Germano Celant – Giovanni Gastel
  33. Gianni Berengo Gardin – In parole povere
  34. Giovanni Gastel – The People I like
  35. Giovanni Gastel – Maschere e spettri
  36. Guido Harari – Remain in light. 50 anni di fotografie e incontri
  37. Henri Cartier-Bresson – In Cina
  38. Henri Cartier-Bresson – The Decisive Moment (ed. francese: Henri Cartier-Bresson Images A La Sauvette)
  39. Henri Cartier-Bresson: Scrapbook – Fotografie 1932-1946 (ed. inglese: Henri Cartier-Bresson: Scrapbook)
  40. Helmut Newton – Work
  41. Helmut Newton & Pirelli – Storia di un calendario censurato
  42. Iago Corazza – I segreti della fotografia di reportage
  43. Irving Penn – Worlds in a Small Room
  44. Irving Penn – Centennial
  45. Jason Schmidt – Artists II
  46. Jean Pigozzi – A short visit to planet earth
  47. Jean Pigozzi – ME+CO – The Selfies: 1972-2017
  48. John Berger – Capire una fotografia
  49. Larry Clark – Tulsa
  50. Laura Wilson – Avedon at Work: In the American West
  51. Luigi Ghirri – Kodachrome
  52. Magnum Life. Il fotogiornalismo che ha fatto la storia
  53. Magnum – La scelta della foto (ed. inglese: Magnum Contact Sheets)
  54. Marc Hom – Profiles
  55. Marc Lagrange – Chocolate
  56. Marc Lagrange – Senza parole
  57. Mauro De Bettio – 40 seasons of humanity
  58. Michael Freeman – L’occhio del fotografo
  59. Nan Goldin – The ballad of sexual dependency
  60. Nicholas Nixon – Live Love Look Last
  61. Oliviero Toscani – More Than Fifty Years of Magnificent Failures
  62. Patrick Demarchelier – Photographs (ed. francese: Patrick Demarchelier)
  63. Paul Nicklen – Born to ice
  64. Peter Lindbergh – On fashion photography
  65. Peter Lindbergh – Shadows on the Wall
  66. Ralph Gibson – Nude
  67. Robert Capa
  68. Robert Capa – Leggermente fuori fuoco
  69. Roland Barthes – La camera chiara
  70. Robert Frank – Gli americani (ed. inglese: The Americans)
  71. Richard Avedon – Fotografie 1946-2004 (ed. inglese: Richard Avedon: Photographs 1946-2004)
  72. Richard Avedon – Relationships
  73. Sebastião Salgado – Genesi (ed. inglese: Sebastião Salgado. Genesis)
  74. Sebastião Salgado – La mano dell’uomo (ed. inglese: Workers: An Archaeology of the Industrial Age)
  75. Sebastião Salgado – Children. I bambini di Exodus
  76. Sebastião Salgado – Gold (ed. multilingua: Sebastião Salgado. Gold)
  77. Sebastião Salgado – Africa
  78. Sebastião Salgado – Amazônia (ed. inglese: Sebastião Salgado. Amazônia)
  79. Sebastião Salgado – Dalla mia Terra alla Terra
  80. Susan Sontag – Sulla fotografia
  81. Susan Sontag – Davanti al dolore degli altri
  82. Tina Barney Photographs: Theaters of Manners: theater of manners
  83. Toni Thorimbert – Carta Stampata
  84. Toni Thorimbert – Proprio da dentro ti voglio e il tuo interno desidero mentre ti guardo
  85. Toni Thorimbert – Seduction of Photography
  86. Toni Thorimbert – Transfert
  87. Ugo Mulas – La fotografia
  88. Ugo Mulas – L’operazione fotografica
  89. Vincent Peters – The light between us
  90. William Klein – New York 1954.55 (ed. inglese: New York 1954.55)
  91. William Klein – PARIGI + KLEIN (ed. inglese: Paris + Klein)

Se avete altri libri di fotografia da suggerirmi, anche se molto probabilmente saranno già presenti nella mia wish list, fatelo senza problemi nei commenti!! :)

Appunti di fotografia [149] – Don Mccullin, fotografare

“Fotografare non vuol dire semplicemente scattare. Ha a che fare con l’esperienza di essere lì. Nelle mie fotografie metto quelli che sono i principi che ho in testa e quello che mi propongo di fare. Ci metto il senso di ciò che sono e di ciò che ho visto. Ci metto dentro la mia identità attraverso il modo di stampare e di comporre le foto.”

Don Maccullin

Tratto dal numero di dicembre 2023 di Fotoit.

Appunti di fotografia [148] – Un consiglio per futuri fotografi, by Jason Smith

Alla domanda: quale consiglio daresti a un giovane che spera in un futuro nel mondo della fotografia?

Jason Smith risponde: I think that to be a photographer is to be somebody who can learn the technical aspects quite easily. Photography is a technical exercise, is very straightforward. What is interesting about photography is what you shoot, not how you shoot it. So, for me, my obsession, my interest is contemporary artists, so that’s what I do. So I think, if you’re a writer, you are picking the subject matter that you are interested in writing about. It’s very difficult to take a picture of something that you don’t care about, so I care about what it is that I am taking pictures of, and I think that shows, if you take pictures of something you don’t care about, how can we make a good picture. So, you should find… think about what it is that you love and you want to do and you want to investigate and that is the advice for a photographer, not to get obsessive about technical matters, of course it is important, but it is really the content more than it is the technical, to me.

Tratto dal video: https://www.youtube.com/watch?v=6fDTeUQBwcQ

Appunti di fotografia [147] – Presente e futuro della fotografia, Oliviero Toscani

“Tutta la parte tecnica è secondaria”.
“La fotografia non è più il compiacimento masturbatorio della macchina fotografica, […]”.

Perché il viso, il ritratto è centrale nelle tue fotografie? “non solamente è centrale, ma mi deve guardare. Perché se voi volete conoscere qualcuno, non è il vostro sguardo che guarda il qualcuno che vi farà capire la personalità della persona che guardate o fotografate, ma, se voi chiedete a quel qualcuno di guardarvi, quel momento in cui il suo sguardo vi analizzerà, voi riuscirete a capire che personalità ha”. […] “chi fotografo mi deve guardare in macchina e in quel momento lì viene fuori la sua personalità”.

Tutto il tempo devi cercare di fare le cose anche al limite della tua comprensione, della tua capacità di limitarti“.”Se volete fare qualcosa di interessante, la cosa sarà interessante se voi sarete i primi a esserne imbarazzati, dovete avere il coraggio di mettervi in questione mentre fate la cosa, magari a cui credete però non siete sicuri del successo. Chi fa le cose sapendo di essere sicuro, la cosa non sarà mai interessante!”.

“La fotografia non morirà perché è la vera arte moderna”. […] “Non lo dico da fotografo, lo dico da fruitore di immagine. Domandatevi come mai conoscete le cose. Grazie a cosa? All’immagine.” […] “La fotografia è qui come un servizio pubblico. Mentre la pittura non lo è più. La pittura, l’arte contemporanea, è un’attività per collezionisti ricchi che si scambiano fra di loro questi pezzi costosissimi che nessuno di noi vede a meno che sia fatta una mostra pubblica o vadano a finire in un museo intelligente. Una volta la pittura non era così, affrescava le chiese e non c’erano altri posti dove tu potevi capire come eran fatte le cose. Non c’erano immagini, non c’erano giornali,… […] La chiesa ha basato il suo potere sull’immagine.

“Se l’arte non provoca è inutile farla. E’ inutile, smettete, subito. Se non provocate interesse, smettete subito”.

A un ragazzo che oggi prende uno strumento per fare fotografie, hai un consiglio da dare? “se me lo chiede gli dico, hai qualcosa da dire di interessante? […] Hai qualcosa di interessante da dire? Lo dici in modo interessante? Tutti noi non aspettiamo che ci raccontino, ci dicano, ci facciano vedere, inventino, qualcosa di interessante. Vuol dire utile, umano, socialmente utile, corretto”.

Preso da “Focus – Presente e futuro della fotografia, Oliviero Toscani”:
https://youtu.be/CrjQ_YYUJGI?si=jSsqghVEteBckz6a

Appunti di fotografia [146] – Oliviero Toscani, professione fotografo 2023

“Al giorno d’oggi tutti sanno fotografare. […] E’ un’azione sociale molto importante. […] Tutti noi abbiamo in tasca questa macchinetta con la quale registriamo e queste registrazioni che voi fate, non pensiate che non siano importanti, non è detto, è la memoria storica dell’umanità, del vostro tempo, del nostro tempo, del tempo di tutti. […]
La fotografia è la testimonianza del nostro tempo. […]
Capite l’importanza.”

La genialità è la semplificazione della complessità.
Quando hai tolto tutto, e ancora un po’, forse comincia a essere interessante.

“Un’immagine molto semplice, però il (dal) significato è importante.”

Cos’è per te la bellezza? “[…] La bellezza è l’onestà.

Raccontando della famosa pubblicità dei Jesus Jeans con il fondo schiena di una ragazza che indossa gli hot pants e la scritta “Chi mi ama mi segua”, dice “questo qua era il culo della fidanzata che avevo allora”.

“L’immagine è più importante della verità.”

“Chi cerca consenso perde, chi cerca consenso è mediocre. Il consenso porta alla mediocrità”.

Appunti presi dal video: https://vimeo.com/896956470 “Oliviero Toscani, professione fotografo – d’ADA 2023” (rassegna di Arte Design Architettura).