Appunti di fotografia [87] – Strategie di marketing per freg… ehm, “attrarre” i principianti

Quello che segue è un elenco di strategie di marketing usate per attrarre clienti e per vendere.
Ovviamente, e qui si spiega la frase con cui ho voluto intitolare il post, possono essere usate sia da persone competenti e oneste, sia da incompetenti che vogliono attrarre clienti cercando di fregarne (consapevolmente o inconsapevolmente?) il maggior numero.

Tali strategie sono usate in diversi campi, ma, dato che ormai noto la larga diffusione di queste pratiche anche nel mondo fotografico, voglio condividerle per mettere in guardia soprattutto i principianti da possibili disonesti e/o da alcuni auto-definiti “insegnanti” di fotografia.

Tutto parte con una pagina o una pubblicità che, ATTENZIONE, può risolvere un tuo problema! In questa pagina ti verrà fatto un REGALO che dalla mia esperienza può essere una guida, un corso, un preset,…
L’offerta di qualcosa che ti risolve un problema (veramente o per finta poco importa), ti porterà a pensare che quella persona è affidabile e professionale!

Questo regalo, in realtà non è proprio gratis, perché, SICURAMENTE, vi faranno andare in una pagina web in cui dovrete inserire la vostra email per poterlo riscattare!

A questo punto, saltuariamente (per evitare di farvi subito disiscrivere), riceverete sulla vostra email altre proposte commerciali contenenti, in genere, corsi, ma questa volta a pagamento.

Solitamente, questi corsi saranno SUPER-scontati!! Ma va??? Come sono fortunato!! Sono “stranamente” scontati!! Evvaiii!!
E per farli apparire molto interessanti e affidabili, direttamente nelle email pubblicitarie o sul sito web del corso, vengono mostrati gli screenshot delle recensioni di altri utenti. Mamma mia come rabbrividisco di fronte agli screenshot delle recensioni!! Dovete sapere che questi screenshot:

  • Possono essere creati dallo stesso venditore!
  • Possono essere anche reali, ma lasciati da persone, principianti come voi, che prendono per oro colato tutto ciò che viene detto!! Quindi è quasi per forza una recensione positiva!
  • Saranno solo e soltanto positivi!! Figuriamoci se un venditore mette in bella mostra le recensioni negative che ha ricevuto!

Oltre agli screenshot dei commenti positivi, possono essere usati anche screenshot di fotografie dell’insegnante con migliaia di like, ovviamente finti o di follower comprati!

Sempre via mail potrai essere invitato a iscriverti a un gruppo Facebook. Attento al numero degli iscritti: dovrai considerarlo totalmente irrilevante! Infatti il più delle volte, se sbirci gli utenti, noterai che sono per la maggior parte totalmente di fantasia, con nomi stranieri… e anche molto strani!!
In questo gruppo potrai vedere tu stesso quanto interagisce la community e potrai studiare meglio le azioni dell’insegnante o il presunto tale.
Qui di seguito vi faccio un esempio che ho visto ultimamente.
L’insegnante lanciava questa proposta: chi mette una valutazione di 5 stelle ad un mio corso, parteciperà all’estrazione per ottenere un mio corso GRATIS! Capite anche voi che:

  • L’insegnate induce una persona a mettere 5 stelle ad un suo corso anche se non è il voto che la persona vorrebbe mettere realmente (e qui ci si collega agli screenshot delle valutazioni dei corsi…)
  • Offre la certezza di partecipare a un’estrazione che potrebbe anche portare a NESSUN vincitore reale! O magari ci può essere un vincitore, però in cambio lui si è beccato 5 stelle a una marea di suoi corsi da parte di una marea di persone!

ATTENZIONE! Voglio raccontarvi un’altra storia a riguardo: mettiamo il caso che l’insegnante in questione venda dei corsi, oltre che dal proprio sito, anche in una piattaforma molto conosciuta che vende corsi online in cui lui non può ovviamente avere il controllo delle valutazioni degli acquirenti! Con il metodo che ho descritto sopra, farà alzare la media delle valutazioni del corso di cui non ha il controllo in cambio di (quasi) nulla, cioè la possibilità (remota?) di vincere un suo corso gratis!!

Oltre a Facebook, potrai essere attratto dall’invito a entrare nell’esclusivo canale Telegram!
Sarà solo un ennesimo modo per tenere la comunicazione attiva verso di te e sostanzialmente per “costringerti” a ricevere pubblicità.

E se, spinto da tutta la buona fede che hai dentro, provi a fargli notare che i suoi corsi hanno qualcosa che non va, che succede? Solitamente ti tratterà con modi bruschi e discutibili, verrai buttato fuori dall’eventuale gruppo Facebook, ti cancellerà l’accesso a tutti i corsi gratis che ti ha regalato, e non ti risponderà più alle mail.
Questa tecnica è usata per farti sentire in colpa e per non permettere ad altre persone di essere influenzate dal tuo feedback negativo.

Bene! Detto questo, come si può evitare di cadere nelle mani di insegnanti sbagliati?

Domanda da 1mln di dollari! Purtroppo è molto difficile! Sicuramente bisogna perdere tempo per studiare chi si ha di fronte! Un campanello d’allarme potrebbe essere se questa persona ha 5 mila follower su Instagram o Facebook ma poi i like ai post sono una trentina… OK, non è detto… però può essere un primo segnale.

Il mio ultimo consiglio in generale è quello di fare corsi di fotografia solo dai pochi grandi maestri storici di fotografia rimasti in vita. E non sono pochi, basta cercarli e seguirli con attenzione!

Inviare email con Outlook in PowerShell

Questa funzione in Powershell permette di inviare e-mail tramite Outlook (che deve essere in esecuzione).

E’ basata sullo script presente su: http://www.andyparkhill.co.uk/2010/08/send-outlook-email-via-powershell.html a cui ho effettuato delle modifiche per l’invio dell’email a più destinatari e per l’invio degli allegati.

function Send-Email (
    [String[]]$recipientEmail = $(Throw "At least one recipient email is required!"),
    [String]$subject = $(Throw "An email subject header is required!"),
    [String]$body,
    [String]$attachment
) {
    $outlook = New-Object -comObject Outlook.Application
    $mail = $outlook.CreateItem(0)
    $recipientEmail | ForEach-Object { $mail.Recipients.Add($_) } | Out-Null
    $mail.Subject = $subject
    $mail.Body = $body

    # For HTML encoded emails
    # $mail.HTMLBody = "<HTML><HEAD>Text<B>BOLD</B>  <span style='color:#E36C0A'>Color Text</span></HEAD></HTML>"

    if ($attachment.Length -ne 0) {
        $mail.Attachments.Add($attachment) # | Out-Null
    }

    $mail.Send()
    # Write-Host "] Email sent!" -BackgroundColor Green -ForegroundColor Black;
}
# Main Script Body

Write-Host "] Start sending mail via Outlook . . ."

[String[]]$recipientEmail = 'mail_1@domain.test','mail_2@domain.test','mail_N@domain.test'
$subject = "This is a test"
$body = "Test test test" # Optional
$attachment = "C:\Temp\test.txt" # Optional

if (Test-Path $attachment) {
    Send-Email -recipientEmail $recipientEmail -subject $subject -body $body -attachment $attachment
}
else {
    Send-Email -recipientEmail $recipientEmail -subject $subject -body $body
}
# End of Script Body

A tutti quelli che inoltrano email…

…ricordate che:

“[…] Particolarmente scorretto è l’invio o l’inoltro di e-mail a un gran numero di persone (per esempio a tutto il proprio indirizzario) inserendone l’indirizzo nel campo “To:”. In questo modo tutti gli indirizzi (che sono spesso privati) sono mostrati apertamente a tutti i destinatari, con una implicita violazione della privacy. Non solo, ma se un computer fra quelli dei destinatari è infettato da virus che utilizzano la posta elettronica per diffondersi, tutti gli indirizzi inseriti nel messaggio possono essere catturati dal virus e usati come destinatari di messaggi infettati.”

“[…] l’invio di e-mail senza un oggetto è una cosa poco rispettosa nei confronti del destinatario: molti ricevono per lavoro decine o anche centinaia di e-mail al giorno, se tutte queste non avessero un oggetto sarebbe quasi impossibile definire una priorità con la quale leggerle, questo ovviamente con notevole disagio per chi dovesse ricevere i messaggi senza oggetto.”

“Se si manda un messaggio, è bene che esso sia sintetico e descriva in modo chiaro e diretto il problema.”

“Non pubblicare mai, senza l’esplicito permesso dell’autore, il contenuto di messaggi di posta elettronica o privati.”

“Non inviare tramite posta elettronica messaggi pubblicitari o comunicazioni che non siano stati sollecitati in modo esplicito.”

Queste frasi fanno parte della Netiquette:

“[…] un insieme di regole che disciplinano il comportamento di un utente di Internet nel rapportarsi agli altri utenti attraverso risorse quali newsgroup, mailing list, forum, blog o e-mail in genere. […]”

Le ho estratte da: https://it.wikipedia.org/wiki/Netiquette.

Potete dare anche una lettura veloce dei dieci comandamenti dell’e-mail che potrete trovare in fondo alla pagina sopra citata.

Quindi vi prego, fate un po’ più di attenzione quando inoltrate una mail! Grazie. ;)