Parlando di fotografia di matrimonio, Carlo Carletti dice:

L’elemento imprevedibile è un’opportunità.
Consiglio sempre di andare lasciando spazio all’immaginario dell’imprevedibile.
Sapere tutto e prevedere tutto a livello tecnico e di attrezzatura, ma tutto il resto lasciatelo a casa.

“Impara a lasciare spazio al miracolo” aggiunge Michael Bertolasi.

Appunto/spunto di riflessione che mi è arrivato ascoltando il podcast Intervista a Carlo Carletti – L’arte nella fotografia di matrimonio: https://open.spotify.com/episode/55aMyonCTkz7QIvYnaIOPx?si=2qe4wtN2TaOY4qvgGBXHDg

Voglio aggiungere che, secondo me, c’è un grande rischio a prevedere tutto in uno shooting che si andrà a fare: se poi le cose non vanno secondo la previsione, o siamo in grado di adattarci all’imprevisto, oppure potremmo cadere in una crisi senza uscita che ci destabilizzerà e non ci farà ottenere un buon risultato. Invece andando già con l’idea che tutto può accadere, saremo già predisposti all’essere malleabili.